Come pulire schermo smartphone

Ormai oggi ogni dispositivo, che sia cellulare o Smartphone (e in alcuni casi anche pc) è dotato di schermo touchscreen. Questa nuova tecnologia garantisce alte prestazioni e rende lo Smartphone, il tablet o il lettore MP3 dalla facile intuizione.

Molte volte tuttavia, data la sensibilità e la delicatezza dello schermo, capita che toccato con mani non del tutto pulite  tende ad ungersi e macchiarsi. Per questo bisogna imparare a pulire in modo accurato lo schermo del display, per un device pulito e più efficiente nel tempo. Questo soprattutto se dopo aver consultato top5smartphone.it, ci siamo lasciato andare all’acquisto di un nuovo dispositivo che vogliamo tenere quanto più immacolato possibile.

La fase di pulizia del display touchscreen è davvero semplice, ma bisogna prestare la giusta attenzione per non essere superficiale e creare spiacevoli fastidi.

Usare un panno in micro fibra per pulire schermo Smartphone

La prima cosa da fare per pulire un display è munirsi di un panno in microfibra, il mezzo ideale e più indicato per un gesto tanto delicato. Capita non a caso infatti, che in alcune confezioni di Smartphone all’atto di acquisto venga dato in omaggio un panno per la pulizia.

Qualora lo dovessimo comprare, è sconsigliato prendere quelli indicati dalla casa produttrice del cellulare, perché diciamocela tutta, sarebbe solo uno spreco economico per un oggetto che può essere comperato a prezzi davvero modici (e di qualità ottima).

Lo schermo non deve essere illuminato, perché rende più difficile la pulizia, per questo sarebbe meglio temere lo Smartphone spento o in blocco schermo.

Per rimuovere polvere e macchie facilmente individuabili, occorre solo e soltanto il panno in microfibra, compiendo dei delicati gesti circolari e insistendo sulle parti maggiormente sporche.

Qualora invece ci fossero macchie più difficili da mandato via forse il l’anno n sé e per sé non basta. In tal caso c’è bisogno di inumidire un panno di cotone con dell’acqua distillata (in alternativa andrà bene pure della semplice acqua).

Se poi all’occorrenza non disponiamo nemmeno di acqua, possiamo alitare sullo schermo e poi passare il panno come si fa per la pulizia delle lenti degli occhiali. Comunque sia, vanno fatti sempre più di due movimenti circolari per andare più a fondo.

Pulire schermo Smartphone: qualche consiglio

Quando si tratta di pulizia schermo è bene tenere sempre a mente qualche valido consiglio. Come prima cosa la pulizia dello schermo di uno Smartphone deve essere costante e non sporadica, dal momento che è un biglietto da visita importante per durata ed efficienza.

Ancor prima di preoccuparsi della fase di pulizia, bisogna invece munirsi di un’apposita pellicola protettiva, ma anche una custodia (comunemente detta cover case) per proteggere il tutto.

In commercio ci sono molti prodotti per la pulizia del touchscreen ma bisogna diffidare da prodotti che promettono magica pulizia a prezzi stracciati. Economia si, ma attenti a prodotti che non danneggino.

Qualora con sé non si abbia sempre il panno in microfibra si può usare anche la maglietta che indossiamo (per intenderci l’angolo) o il panno degli occhiali. La fase di pulitura dello schermo va fatta con delicatezza e si deve evitare di imprimere pressione sul touch.

Alessia Bianchi

Internet addicted, amante della tecnologia scrive guide e news utili rispondendo a domande come codici sconto, come fare, i perche etc etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.