Come diventare trader

Vuoi diventare un trader? E’ questa la frase più frequente che in genere trova sul web, attraverso i motori di ricerca, chi è interessato al trading online. E questo perché nessuno nasce trader, ma è possibile diventarlo ad esempio andando a consultare le guide pubblicate su guidatradingonline.net .

Investire sui mercati finanziari, siamo tutti principianti!

Innanzitutto, al riguardo c’è da dire che tutti i trader sono sempre partiti dall’essere dei principianti, il che significa che per la prima volta hanno aperto il loro conto di trading con un broker online, hanno effettuato il primo deposito in denaro con un bonifico o con la carta di credito, ed hanno iniziato ad aprire ed a chiudere le posizioni sugli asset scelti sui cui investire. Quello illustrato è un iter che non solo è molto semplice, ma che è anche a basso costo in quanto i migliori intermediari online offrono il conto di trading senza canoni, e permettono di attivarlo, rendendolo subito operativo, anche con un primo versamento minimo di appena 50-100 euro.

La fase che porta all’accesso alla piattaforma di negoziazione del broker online è un passo essenziale per poter investire sui mercati, ma per farlo con profitto serve disciplina, tanto rigore, una spiccata capacità di apprendere dai propri errori, tanto studio ed una formazione che deve essere continua. Che si tratti di investimenti in azioni, in criptovalute, sul mercato forex o in strumenti derivati, infatti, è fondamentale conoscere sempre a pieno le dinamiche, spesso complesse, che regolano i mercati finanziari ed i principi di base dell’analisi tecnica per un trading online che sia consapevole e tale da poter affinare nel tempo delle strategie personalizzate.

Ad esempio, per investire con profitto in Borsa, ovverosia investendo sul mercato azionario, come minimo occorre avere una buona conoscenza delle società quotate che si intendono negoziare, così come occorre avere un minimo di dimestichezza con le nozioni di base e con le tecniche di analisi fondamentale, finanziaria e tecnica.

Guadagnare con il trading online imparando a saper perdere

I principianti che si avvicinano al mondo del trading online, affascinante ma anche molto rischioso, spesso credono che gli investitori professionisti operino sul mercato in maniera precisa ed infallibile, ovverosia andando sempre ad aprire ed a chiudere le posizioni sul mercato in profitto, ma in realtà non è così. In verità, infatti, il trader vincente non è quello che guadagna sempre da ogni trade, ma quello che è in grado di saper perdere in quanto lo fa sempre andando a gestire ed a presidiare con efficacia i rischi di mercato che non si possono mai azzerare ma solo contenere.

In altre parole, da parte del trader la chiusura ogni tanto di una posizione in perdita deve essere sostanzialmente vista come una cosa normale in quanto non sempre le previsioni che si fanno sull’andamento degli asset su cui si investe si riveleranno poi azzeccate. Quando il trade non porta i guadagni sperati, le perdite si possono contenere fissando a priori il cosiddetto livello di stop loss che non è altro che quel prezzo in corrispondenza del quale l’investitore chiude la posizione in quanto la perdita è quella massima che può realmente sopportare. Allo stesso modo, quando il trade aperto genera profitti, con il livello di take profit si possono consolidare i guadagni in corrispondenza di quel livello di prezzo che genera la plusvalenza che è stata prefissata.

La psicologia del trading online tra entusiasmo e frustrazione

Tra i guadagni e le perdite con il trading online sui mercati finanziari c’è una linea sottile ed è quella legata all’approccio psicologico dell’investitore verso i mercati finanziari. Ci riferiamo alla cosiddetta psicologia del trading che fa sempre la differenza tra un investitore vincente ed uno, invece, che non sembra mai azzeccarne una. Il trader vincente è infatti sempre quello psicologicamente forte, ovverosia quello che opera applicando sempre l’analisi tecnica, e quello che non prende mai delle decisioni istintive che poi quasi sempre portano non solo ad errori, ma anche a perdite anche ingenti sui mercati.

La psicologia del trading online, di conseguenza, analizza l’approccio del trader che non deve mai lasciarsi trasportare dai facili entusiasmi, così come non deve mai mostrare rabbia, delusione e/o frustrazione nelle situazioni e nelle condizioni avverse. Altrimenti il trader non sarà mai in grado di migliorare apprendendo e facendo tesoro dei propri errori. In questo modo, basandosi sulla psicologia del trading, l’investitore che sistematicamente chiude le posizioni in perdita con ogni probabilità ha trasformato il trading online in un trading sentimentale, ovverosia guidato dalle emozioni che, invece, quando si prendono decisioni sui mercati finanziari devono essere tenute alla larga. Essere pazienti, mantenere la calma, ma nello stesso tempo essere decisi e pronti ad agire fanno invece di un trader in erba un potenziale investitore vincente.

Alessia Bianchi

Internet addicted, amante della tecnologia scrive guide e news utili rispondendo a domande come codici sconto, come fare, i perche etc etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.